Minatore di Arweave

Arweave si basa su Blockweave, un derivato della blockchain, e fornisce uno storage permanente come soluzione alla sfida del cloud storage.

Arweave Mining Equipment: la guida definitiva alle domande frequenti

Le criptovalute stanno vivendo una crescita in forte espansione e ciò può essere attribuito, almeno in parte, all'introduzione di reti decentralizzate che hanno fornito una soluzione al problema dello storage. La sfida offerta dal mercato del cloud storage attira ulteriormente il mercato e si traduce in un'enorme crescita del settore. Criptovalute come Filcoin e Sia hanno visto la sfida dello spazio e dello storage creata dal mercato del cloud storage e l'hanno risolta fornendo soluzioni di storage basate su contratto.
Arweave, d'altra parte, ha preso di mira lo stesso problema e ha escogitato una soluzione diversa utilizzando incentivi criptoeconomici senza autorizzazione. Arweave si basa su Blockweave, un derivato della blockchain, e fornisce uno storage permanente come soluzione alla sfida del cloud storage. Arweave è il primo del suo genere e i minatori di Arweave estraggono nuovi blocchi sulla rete in cambio di token AR, consentendo quindi l'archiviazione permanente dei dati sul permaweb.

( 1 2 )↗

Fonte attendibile

Arweave

Informazioni sul minatore di Arweave...
Vai alla fonte

Spiegare tutto ciò che riguarda Arweave

Arweave è la prima moneta blockweave al mondo, che consente la memorizzazione permanente di dati come transazioni, contratti, pagine web, video, immagini e così via. La parola blockweave sarà usata abbastanza frequentemente con arweave poiché questo altcoin usa questo derivato della blockchain. Nella blockchain, un blocco si riferisce a diversi dati su una transazione o giù di lì che è stata raggruppata. Viene visualizzato un blocco ogni 2 minuti, circa.
Blockchain e Blockweave: qual è la differenza?
La differenza tra blockchain e blockweave è che con blockchain, ogni blocco è un gruppo di dati e un nuovo blocco non può essere introdotto finché tutti i blocchi precedenti non sono stati convalidati e verificati per essere accurati. Blockweave, tuttavia, consente l'introduzione di un nuovo blocco quando arweave miner convalida casualmente uno dei vecchi blocchi. L'intera cronologia o tutti i blocchi precedenti non devono essere convalidati e verificati dal minatore di arweave.
Un'altra differenza tra blockchain e blockweave è che in blockchain, un nuovo blocco è collegato al blocco successivo e precedente in una catena mentre, in blockweave, un nuovo blocco è collegato al blocco successivo o in arrivo e due blocchi precedenti. Tra i due blocchi, un blocco è quello prima del blocco appena estratto e il secondo è uno dei blocchi precedenti della cronologia del blockweave, noto come blocco di richiamo. Il blocco di richiamo è di particolare importanza nelle discussioni sul modello di consenso di Arweave.

( 3 4 5 )↗

Fonte attendibile

Arweave

Informazioni sul minatore di Arweave...
Vai alla fonte

Costi e pagamenti di Arweave
Il protocollo peer-to-peer di Arweave abbina gli utenti con spazio disponibile a coloro che cercano spazio di archiviazione. I dati sulla rete o su ARdrive sono permanenti, il che significa che gli utenti possono archiviare permanentemente i propri dati su questa rete decentralizzata. Arweave richiede solo un piccolo pagamento anticipato, che funge da incentivo per i miner AR a replicare continuamente i dati archiviati.
La commissione è pagabile in AR, l'altcoin della rete Arweave e insieme a questa commissione, c'è anche una commissione di rete che deve essere pagata. Tuttavia, le commissioni di rete sono sotto forma di dotazioni, che sono fondamentalmente una commissione di sicurezza futura. Questa dotazione o canone di rete viene dedotta dal canone iniziale pagato, in quanto garantisce il pagamento per future repliche dei dati archiviati. Nel complesso, il pagamento viene effettuato come pagamento una tantum, sebbene una parte di esso venga inviata come dotazione per una futura commissione di sicurezza.
Arweave: una rete di archiviazione decentralizzata
L'obiettivo principale di Arweave era quello di offrire una soluzione decentralizzata al problema specifico dell'impermanenza dei dati su Internet. Internet è noto per avere tutte le informazioni che sarebbero mai esistite, ma questo è lontano dalla verità di Internet. Tutte le informazioni su Internet come pagine Web, video e immagini, insieme a tutto il resto, possono essere prese di mira con intenzioni dannose per la manipolazione, oppure possono essere censurate o semplicemente perse. Questi dati possono anche essere rimossi in quanto non c'è permanenza con Internet e Arweave ha creato una rete di archiviazione decentralizzata per la conservazione di tutti i dati, sul permaweb.
Permaweb è un'altra parola comunemente usata quando si parla di Arweave ed è letteralmente un parallelo di Internet o web tradizionale, tuttavia, come suggerisce il nome, i dati su questa rete sono permanenti e senza tempo. In poche parole, tutte le pagine Web, le immagini e i video archiviati da Arweave sono noti collettivamente come permaweb. Una scoperta comune sul permaweb sono le dApp o le applicazioni decentralizzate. Tutti i dati su permaweb, proprio come il web tradizionale, sono accessibili agli utenti attraverso i browser internet. L'archiviazione dei dati dipende dallo spazio libero fornito dai miner e quindi dalla replica dei dati archiviati, anche dai miner, che sono incentivati ​​a farlo dalle monete AR.

Protocollo di consenso Arweave: PoA

Il protocollo di consenso di Arweave è unico come tutto il resto di questa altcoin. Il protocollo o modello di consenso svolge la funzione di mantenere la coerenza attraverso la blockchain garantendo la sicurezza della blockchain, o blockweave, per Arweave. Il protocollo di consenso per Bitcoin è una prova di lavoro o PoW, il che significa che i minatori che cercano di estrarre Bitcoin devono scomporre hash matematici crittografici complessi per estrarre bitcoin. Per i filecoin, il protocollo di consenso è anche PoW, tuttavia, basato interamente sullo storage. Per Arweave, il protocollo di consenso è noto come Proof-of-Access o PoA.
Il compito principale di un minatore di Arweave è fornire spazio di archiviazione a coloro che lo richiedono e quindi replicare i dati archiviati per garantire la permanenza sulla rete decentralizzata. Per questo, i minatori ricevono token AR premiati. Affinché i miner possano introdurre un nuovo blocco nel blockweave, dovrebbero essere in grado di verificare di poter accedere al blocco di richiamo, come spiegato sopra. Questa verifica è denominata protocollo di consenso, punto di accesso e il suo scopo è aumentare o promuovere la permanenza dei dati sulla rete.
I minatori non possono estrarre nuovi blocchi e ricevere token AR a meno che non accedano a vecchi blocchi casuali nella cronologia del blockweave. Inoltre, i minatori sono anche costretti a memorizzare blocchi che non sono stati replicati molto perché questi rari blocchi di richiamo, una volta selezionati, significano che ci sono meno minatori che competono per la stessa ricompensa.

( 6 7 8 )↗

Fonte attendibile

Arweave

Informazioni sul minatore di Arweave...
Vai alla fonte

Inoltre, i miner hanno una politica sui contenuti che vieta rigorosamente che determinati dati vengano archiviati dal minatore, poiché non possono archiviare tutti i dati sulla rete. Durante la distribuzione dei dati, i dati non verranno aggiunti al pool di transazioni del minatore se si trova nell'elenco dei minatori proibiti in particolare.

Ne vale la pena per l'estrazione e gli investimenti di Arweave?

Prima di prendere la decisione di estrarre Arweave e investire in questa rete di archiviazione decentralizzata, è necessario eseguire un'analisi costi-benefici, poiché è necessario un bel po' di capitale per l'attrezzatura mineraria di Arweave. L'impianto minerario di Arweave può essere costoso e devi determinare se hai il tempo e le risorse necessarie per realizzarlo, al punto da guadagnare ricompense e un profitto decente. Se il profitto e il costo sono uguali o se quest'ultimo è superiore al primo, forse il mining di Arweave potrebbe non essere la scelta migliore per te. Puoi ancora far parte di Arweave poiché conquista il settore acquistando o scambiando token AR.

( 9 10 11 )↗

Fonte attendibile

Arweave

Informazioni sul minatore di Arweave...
Vai alla fonte

Equipaggiamento minerario di Arweave

Sul sito Web di Arweave non esiste un elenco chiaro dei componenti delle piattaforme minerarie Arweave e ciò rende più difficile determinare esattamente quale attrezzatura è necessaria. Di seguito è riportato l'elenco di base delle attrezzature minerarie che è necessario acquisire prima di iniziare il processo:

  • Una potente CPU come Ryzen o i7
  • 6+ TB NVME, (ad es. RAID 0 di 3x2 TB o RAID 0 di 2x4 TB, ecc.). Più NVME hai, più Weave puoi memorizzare. Poiché i guadagni su Arweave sono direttamente correlati alla quantità di Weave che memorizzi, è meglio ottenere più NVME.
  • Un sistema con 8 GB è sufficiente per il mining di Arweave poiché la rete non richiede molta memoria.
  • Simile alla memoria, una volta scaricato Weave, anche la larghezza di banda della rete può essere ridotta poiché non ne richiede più molto.

Gli NVME possono essere sostituiti con SATA iii, tuttavia, è importante tenere a mente che l'uso di SATA iii creerà un collo di bottiglia nel processo e il loro utilizzo non è nemmeno conveniente. Gli SSD Sata iii raggiungono un massimo di circa 1 TB per unità in uso. È meglio ottenere 4 NVM da 4 TB piuttosto che ottenere 16 SSD SATA da 1 TB utilizzando la formula 100k IOPS per TB dato che la maggior parte degli SSD SATA raggiunge circa 95k IOPS.


( 12 13 )↗

Fonte attendibile

Arweave

Informazioni su Arweave Miner...
Vai alla fonte



Si consiglia inoltre di entrare a far parte di un pool di mining, che è un pool di risorse condivise da più miner su una rete. Ci sono un bel po' di informazioni riguardo ai mining pool e Arweave sulle app di social media Discord e Reddit. Sebbene alcuni di questi pool di mining siano solo su invito, vale sicuramente la pena dare un'occhiata, poiché forniscono chiarimenti e facilità al processo di mining, specialmente per i principianti. Alcune delle piscine popolari sono Kronenberg, Vird e Hpool.

Guida alle miniere

Vuoi iniziare a minare su Arweave? Sei nel posto giusto! Preparati con questa guida semplice e veloce e unisciti alla nostra fantastica rete di minatori in continua crescita.

Per qualsiasi domanda e richiesta di supporto relativa al mining su Arweave, ti consigliamo vivamente di unirti al nostro Discord server poiché questo è il fulcro delle nostre comunità minerarie e di sviluppatori. Qui troverai molti membri della comunità e membri del team di Arweave disponibili ad aiutarti

Gli sviluppatori principali di Arweave sono stati informati che almeno un nodo minerario all'interno della Cina continentale è stato sequestrato dal governo. Gli operatori del nodo dovrebbero capire che la rete Arweave immagazzina e serve una quantità significativa di materiale relativo alle attività del governo cinese. Il protocollo Arweave non richiede che nessun minatore memorizzi dati che ritengono inappropriati. Puoi leggere di più sulle nostre norme sui contenuti qui.

Installa il minatore

Scarica l'archivio .tar.gz per il tuo sistema operativo da rilascia la pagina.
Estrarre il contenuto dell'archivio. Si consiglia di decomprimerlo all'interno di una directory dedicata. Puoi sempre spostare questa directory, ma il miner potrebbe non funzionare se sposti solo alcuni dei file. Per impostazione predefinita, anche i dati dell'armatura verranno archiviati in questa directory, ma si consiglia di sovrascriverli utilizzando l'argomento della riga di comando data_dir.
Se l'architettura del tuo sistema operativo/piattaforma non è nell'elenco, controlla il repository del codice sorgente LEGGIMI per come costruire il minatore dalla fonte.

È anche possibile configurare un ambiente di mining Arweave su Windows utilizzando il "Sottosistema Windows per Linux" o un ambiente di macchina virtuale.

Preparazione: Limite dei descrittori di file

Il numero di descrittori di file disponibili influisce sulla velocità con cui il tuo nodo può elaborare i dati. Poiché il limite predefinito assegnato ai processi utente sulla maggior parte dei sistemi operativi è generalmente basso, si consiglia di aumentarlo.
Puoi controllare il limite corrente eseguendo ulimit -n.
Su Linux, per impostare un limite globale più grande, apri /etc/sysctl.conf e aggiungi la seguente riga:

fs.file-max=100000000

Eseguire sysctl -p per rendere effettive le modifiche.
Potrebbe anche essere necessario impostare un limite appropriato per l'utente specifico. Per impostare un limite a livello di utente, apri /etc/security/limits.conf e aggiungi la seguente riga:

soft nofile 10000000

Apri una nuova sessione del terminale. Per assicurarti che le modifiche abbiano effetto e che il limite sia stato aumentato, digita ulimit -n. Puoi anche modificare il limite per la sessione corrente tramite ulimit -n 10000000
Se quanto sopra non funziona, impostare

DefaultLimitNOFILE=10000000

in entrambi /etc/systemd/user.confe /etc/systemd/system.conf

Gestire il minatore

Ora sei pronto per avviare il processo di mining utilizzando il seguente comando dalla directory di Arweave:

./bin/start mine mining_addr YOUR-MINING-ADDRESS peer 188.166.200.45 peer 188.166.192.169 peer 163.47.11.64 peer 139.59.51.59 peer 138.197.232.192

Sostituisci YOUR-MINING-ADDRESS con l'indirizzo del portafoglio che vorresti accreditare quando trovi un blocco!

Se desideri vedere un registro dell'attività del tuo minatore, puoi eseguire ./bin/log -f nella directory Arweave in un terminale diverso.
La console di mining dovrebbe alla fine assomigliare a questa:

[Fase 1/3] Inizio dell'hash
Tasso di spora dei minatori: 1545 h/s, byte di richiamo calcolati/s: 3129, MiB/s letti: 386, il round è durato 145 secondi.
[Fase 1/3] Inizio dell'hash
Saltando il rapporto sull'hashrate, il round è durato meno di 10 secondi.
[Fase 1/3] Inizio dell'hash
Tasso di spora dei minatori: 1545 h/s, byte di richiamo calcolati/s: 3182, MiB/s letti: 386, il round è durato 135 secondi.
[Fase 1/3] Inizio dell'hash
Tasso di spora dei minatori: 1637 h/s, byte di richiamo calcolati/s: 3292, MiB/s letti: 409, il round è durato 245 secondi.
[Fase 1/3] Inizio dell'hash

Quando estrai un blocco, la console mostra:

[Fase 2/3] Blocco candidato prodotto ... e inviato alla rete.

Circa 20 minuti dopo, dovresti vedere

[Fase 3/3] Il tuo blocco... è stato accettato dalla rete

Nota che occasionalmente il tuo blocco non verrà confermato (la catena sceglie un fork diverso).
Per fermare il minatore, corri ./bin/stop o terminare il processo del sistema operativo (kill -sigterm <pid> or pkill <name>). Invio di un SIGKILL (kill -9) è non raccomandato.

Sintonizzazione del minatore

Ottimizzazione del tasso SPoRA dei minatori

I tre fattori cruciali che determinano l'efficienza del tuo miner sono il throughput del disco (GiB/s), la quantità di dati sincronizzati e la potenza del processore. Ti consigliamo di avere 32 GiB di RAM, mentre il requisito minimo è 8 GiB.

Il nodo segnala il suo hashrate nella console - Miner spora rate: 1546 h/se registri -miner_sporas_per_second. Nota che è 0 quando avvii il miner senza dati e aumenta lentamente man mano che vengono sincronizzati più dati. Dopo che il numero si è stabilizzato, puoi inserirlo nel calcolatore di mining creato generosamente dal membro della comunità @tiamat qui per vedere il rendimento atteso.

Per stimare l'hashrate in anticipo, dovresti conoscere o misurare le prestazioni della tua CPU, il throughput del disco e la quantità di spazio su disco che allocherai per il mining.

Per confrontare la CPU, puoi eseguire il pacchetto randomx-benchmark script./bin/randomx-benchmark --mine --init 32 --threads 32 --jit --largePages. Sostituisci 32 con il numero di thread della CPU. Tieni presente che la riduzione del numero di thread potrebbe migliorare il risultato. Non specificare --largePages se non li hai ancora configurati. Per riferimento, un AMD Ryzen 32x a 3950 thread può fare circa 10000 h/s, un AMD EPYC 32P a 7502 thread - 24000 h/s, una CPU Intel Xeon E-12G a 2276 thread - 2500 h/s, un 2 -threads la macchina Intel Xeon CPU E5-2650 nel cloud - 600 h/s.

Se non conosci il throughput del tuo disco, esegui hdparm -t /dev/sda. Sostituire /dev/sda con il nome del disco da df -h. Per essere competitivi, considera un veloce SSD NVMe capace di diversi GiB al secondo e oltre.

Infine, per vedere il limite superiore di hashrate di una configurazione, esegui ./bin/hashrate-upper-limit 2500 1 3 dove 2500 è un hashrate RandomX, 1 è il numero di GiB che un disco legge al secondo, 3 è 1/quota replicata della trama. Ad esempio, un Intel Xeon a 12 core con un SSD da 1 GiB/s con un terzo della trama ha un limite di 540 h/s. In pratica, la performance è solitamente di circa 0.7 - 0.9 del limite superiore.

Modifica della configurazione di mining

Abbiamo fatto del nostro meglio per scegliere valori predefiniti ragionevoli; tuttavia, la modifica di alcuni dei seguenti parametri può migliorare l'efficienza del tuo miner: stage_one_hashing_threads (tra 1 e il numero di thread della CPU), stage_two_hashing_threads , io_threads, randomx_bulk_hashing_iterations. Per esempio,

./bin/start stage_one_hashing_threads 32 stage_two_hashing_threads 32 io_threads 50 randomx_bulk_hashing_iterations 64 data_dir / vostro / dir mia sync_jobs 80 mining_addr pari YOUR-MINING-INDIRIZZO 188.166.200.45 188.166.192.169 pari pari 163.47.11.64 139.59.51.59 pari pari 138.197.232.192

recall bytes computed/s dovrebbe essere più o meno uguale a Miner spora rate diviso per la tua parte della trama. Se non lo è, considera di aumentare io_threads e in diminuzionestage_one_hashing_threads. Puoi conoscere la quota della trama che il nodo ha sincronizzato fino ad oggi dividendo la dimensione del chunk_storage cartella (du -sh /path/to/data/dir/chunk_storage) dal dimensione totale della trama. Crescente randomx_bulk_hashing_iterations a 128 o superiore potrebbe fare una grande differenza sulla potente macchina.

Sincronizzazione della trama

Il minatore di Arweave non estrae senza dati. Per ogni nuovo blocco, per estrarlo, è necessario leggere e controllare numerosi blocchi casuali dei dati passati. Ci vuole tempo per scaricare i dati dai peer, quindi non aspettarti che il mining sia molto intenso dopo il primo lancio. Ad esempio, se si dispone del 10% della dimensione totale dell'armatura, si esegue il mining con un'efficienza del 10% di una configurazione simile con l'intero set di dati. Si noti che non è necessario scaricare il set di dati completo. Se hai solo 1 TiB di spazio per il chunk_storage e rocksdb cartelle, il nodo lo riempirà e il tuo miner potrebbe comunque essere competitivo, supponendo che il disco e il processore siano sufficientemente performanti.

Per velocizzare il bootstrap, usa un valore più alto (il valore predefinito è 20) per il sync_jobs parametro di configurazione come questo:

./bin/start mine sync_jobs 80 mining_addr YOUR-MINING-ADDRESS peer 188.166.200.45 peer 188.166.192.169 peer 163.47.11.64 peer 139.59.51.59 peer 138.197.232.192

È possibile reimpostare sync_jobs su 2 dopo la sincronizzazione dei dati storici. Spegnere il miner (non impostare il mine flag) per accelerare ulteriormente la sincronizzazione.

Configurazione di pagine di memoria di grandi dimensioni

Per ottenere un ulteriore aumento delle prestazioni, considera la configurazione di enormi pagine di memoria nel tuo sistema operativo.

Su Ubuntu, per vedere i valori correnti, eseguire:cat /proc/meminfo | grep HugePages. Per impostare un valore, eseguire sudo sysctl -w vm.nr_hugepages=1000. Per fare in modo che la configurazione sopravviva ai riavvii, creare /etc/sysctl.d/local.conf e metti vm.nr_hugepages=1000 vi.

L'output di gatto /proc/meminfo | grep HugePages dovrebbe quindi assomigliare a questo: AnonHugePages: 0 kB ShmemHugePages: 0 kB HugePages_Total: 1000 HugePages_Free: 1000 HugePages_Rsvd: 0 HugePages_Surp: 0

In caso contrario o se si verifica un errore "erl_drv_rwlock_destroy" all'avvio, riavviare la macchina.

Infine, indica al minatore che può utilizzare pagine di grandi dimensioni specificando enable randomx_large_pagesall'avvio:

./bin/start mine enable randomx_large_pages mining_addr YOUR-MINING-ADDRESS peer 188.166.200.45 peer 188.166.192.169 peer 163.47.11.64 peer 139.59.51.59 peer 138.197.232.192

Utilizzo di più dischi

L'approccio più semplice è archiviare tutto in un unico disco. Salta questa sezione se ti va bene. Tuttavia, puoi archiviare i metadati che non vengono utilizzati nel mining su un supporto più economico e lento, ad esempio un disco HDD.

Montare i dispositivi veloci sul chunk_storage e rocksdb cartelle:

sudo mount /dev/nvme1n1 /your/dir/chunk_storage
sudo mount /dev/nvme1n2 /your/dir/rocksdb
sudo mount /dev/hdd1 /tua/dir

L'output di df -h dovrebbe apparire come:
/dev/hdd1 5720650792 344328088 5087947920 7% /la tua/dir /dev/nvme1n1
104857600 2097152 102760448 2% /tua/dir/chunk_storage /dev/nvme1n2
104857600 2097152 102760448 2% /your/dir/rocksdb
Sostituisci /dev/nvme1n1, /dev/nvme1n2, /dev/hdd1 con i filesystem che hai, sostituisci /your/dir con la directory che specifichi all'avvio:

./bin/start data_dir /your/dir mine sync_jobs 80 mining_addr YOUR-MINING-ADDRESS peer 188.166.200.45 peer 188.166.192.169 peer 163.47.11.64 peer 139.59.51.59 peer 138.197.232.192

Troubleshooting

Assicurati che il tuo nodo sia accessibile su Internet

Una parte importante del processo di mining è la scoperta di blocchi estratti da altri minatori. Il tuo nodo deve essere accessibile da qualsiasi punto di Internet in modo che i tuoi colleghi possano connettersi con te e condividere i loro blocchi.

Per verificare se il tuo nodo è accessibile pubblicamente, vai a http://[Your Internet IP]:1984. Puoi ottieni il tuo IP pubblico qui, o correndo curl ifconfig.me/ip. Se hai specificato una porta diversa all'avvio del miner, sostituisci "1984" ovunque in queste istruzioni con la tua porta. Se non riesci ad accedere al nodo, devi configurare il port forwarding TCP per le richieste HTTP in entrata al tuo indirizzo IP Internet sulla porta 1984 alla porta selezionata sulla tua macchina di mining. Per maggiori dettagli su come configurare il port forwarding, consulta il tuo ISP o provider cloud.

Se il nodo non è accessibile su Internet, il miner funziona ma è notevolmente meno efficiente.

Copia dei dati su un'altra macchina

Se desideri eseguire il bootstrap di un altro minatore su una macchina diversa, puoi copiare i dati scaricati dal primo minatore per farlo funzionare più velocemente. Si prega di seguire questi passaggi:
  1. 1.

    Ferma il primo minatore di Arweave e assicurati che anche il secondo minatore non sia in esecuzione.
  2. 2.

    Copia l'intero file data_dir cartella nella nuova macchina. Si noti che il chunk_storage la cartella contiene file sparsi, quindi copiarli nel solito modo richiederà molto tempo e la dimensione della cartella di destinazione sarà troppo grande. Per copiare questa cartella, usa rsync con il file -aS flag o archiviarlo tramite tar -Scf prima di copiare.
  3. 3.

    Avvia entrambi i minatori.

Esegui un minatore su Windows

Non consigliamo di utilizzare Windows per il mining perché secondo la nostra esperienza è meno efficiente e affidabile. Tuttavia, il mining su Windows è possibile.
Puoi eseguire un minatore Arweave all'interno del sottosistema Windows per Linux (WSL). Si noti che la configurazione TCP predefinita su cui si basa WSL è più restrittiva di una tipica configurazione Linux. La configurazione WSL offre circa la metà delle porte TCP per effettuare connessioni TCP e il doppio del timeout di riutilizzo dei socket, il che riduce significativamente il numero di richieste simultanee al secondo che il minatore può effettuare ad altri nodi.

Di conseguenza, potresti visualizzare i seguenti errori nella console del minatore:

=RAPPORTO ERRORI====...=== Errore di connessione socket: exit badarg, [{gen_tcp,connect,4, [{file,"gen_tcp.erl"},{line,149}]}

Il registro eventi di Windows dovrebbe avere il seguente avviso:

TCP/IP non è riuscito a stabilire una connessione in uscita perché l'endpoint locale selezionato è stato utilizzato di recente per connettersi allo stesso endpoint remoto. Questo errore si verifica in genere quando le connessioni in uscita vengono aperte e chiuse a una velocità elevata, causando l'utilizzo di tutte le porte locali disponibili e costringendo TCP/IP a riutilizzare una porta locale per una connessione in uscita. Per ridurre al minimo il rischio di danneggiamento dei dati, lo standard TCP/IP richiede che trascorra un periodo di tempo minimo tra le connessioni successive da un determinato endpoint locale a un determinato endpoint remoto.